Nel 99.9% dei casi, il fruitore di un progetto di Architettura, che sia un laboratorio di Progettazione o un concorso, è l’essere umano. Per ogni studente, ad un certo punto della propria carriera accademica, arriva il momento di porsi questa domanda :

“Che metto nei render? .png di persone reali o silhouette?” 

Spesso la risposta è dettata dall’abilità nell’utilizzare programmi di rendering e post-produzione, ma in altri casi, un look minimal che utilizza silhouette può risultare pulito ed efficace. Il consiglio che ci sentiamo di dare è di utilizzare le silhouette, magari giocando con l’opacità, nel caso in cui la vostra immagine, prodotta con un motore di rendering non risulti molto realistica. Bisogna tenere a mente che il realismo dell’immagine non dipende esclusivamente da un sapiente uso di V-Ray, Corona & friends, ma in buona parte sarà influenzato dalla quantità di dettagli del vostro modello.

Sul web è relativamente facile trovare immagini .png di qualsiasi cosa. Nel nostro caso, uno dei siti più utilizzati e ricco di free resources è skalgubbar.se , tutte le immagini presenti sono dei .png pronti ad esser inseriti nel vostro progetto e, se avete scelto la via del realismo, risulteranno decisamente appropriate per via della loro qualità.

Come esempio, abbiamo scaricato la #303 e prontamente abbiamo aperto l’immagine sul caro Photoshop. A questo punto il processo è velocissimo e sopratutto reversibile! Questo significa che se dovessi cambiar idea, potrei passar da silhouette a persona “reale” in un battibaleno. Aperto il file, con un semplice click col destro sul livello contenente l’immagine accediamo a Opzioni di fusione e, stavolta con un semplice click selezioniamo Sovrapposizione colore.

All’interno dell’effetto abbiamo la possibilità di scegliere il colore ed il grado di opacità, di default sarà nero ma possiamo sbizzarrirci in base al colore che ci serve. Lasciate l’opacità al 100% e click su OK, a destra nella finestra che avete aperto. Complimenti, avete creato la vostra prima silhouette! 

Ora, potete intervenire sull’opacità a vostro piacimento, semplicemente cambiando quella del livello od utilizzando il piccolo trucchetto di scriver a tastiera il valore ricercato. Se volete opacità al 40% basterà, avendo selezionato il livello desiderato, premere il tasto 4 sulla vostra tastiera e così via. Trucchetto interessante vero?

E se volessimo tornar indietro? Basta disattivare l’opzione “sovrapposizione colore”!

Se il mini-tutorial ti è piaciuto, commenta e condividilo sui social e, se ti va, passa sulla nostra pagina Instagram per un like!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 77 altri iscritti