Spesso mi capita di sentir parlare della matematica come di una materia troppo “astratta”, che indaga cose inesistenti, un mondo irreale. Un semplice gioco per la mente. Ritengo che coloro che la pensano in questo modo abbiano interpretato erroneamente l’aggettivo “astratta” che spesso accompagna la parola matematica e spero se ne rendano conto nel corso della lettura dell’articolo sottostante.

Vai al pdf.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *